viaggioxte la tua vacanza su misura Grecia
Grecia > Epiro
Richiedi info
Amorgos
Andros
Atene
Calcidica
Citera
Chios
Creta
Dodecanesso
Epiro
Eubea
Folegandros
Fourni
Ikaria
Hydra
Larissa
Lefkada
Meganisi
Milos
Mykonos
Naoussa
Naxos Cicladi
Paros
Patmos
Paxoi
Peloponneso-Messinia
Peloponneso on the road
Piccole Cicladi
Rodi
Samos
Santorini
Serifos
Sifnos
Sikinos
Siros Ermoupolis
Skiathos
Skiros
Sporadi-Alonissos
Tinos
Zante
Sponsor - dormire
"
  Informazioni generali
L' Epiro è una terra di contrasti. Davanti alle isole ioniche con le coste azzurre, bastano pochi chilometri e il paesaggio marino è presto sostituito da quello dell'interno, una regione montuosa e selvaggia, rifugio di lupi e orsi.
L'itinerario parte da Igoumenintsa, sbarcando al porto (percorrendo la nuova autostrada Egnatias), la strada conduce in una tranquilla valle verde, si trova l'antico Teatro di Dodoni (e il sito archeologico) con i suoi 17.000 posti è uno dei più grandi della Grecia ed è tuttora funzionante. A partire dall'anno 1000 a.C. Dodoni era sede di un famoso oracolo, secondo per importanza solo a quello di Delfi.
Ritornando al nord seguendo la strada costiera si arriva ai villaggi balneari di Sivota e Parga un antico porticciolo di pescatori sulla costa dell'Epiro dominato da una fortezza veneziana del XVI sec, e oggi una deliziosa località balneare molto apprezzata dai turisti.
Meritano comunque una visita Nikopolis (17km da Preveda) famosa per le rovine della grande città, i teatri, gli stadi, i tempi di Aris e Poseidone e Arta una cittadinache si trova sulle rive del fiume Arachtos, eretta sull' antica Amvrakia, colonia corinzia e famosa per il ponte in pietra.
Riprendendo il nostro itinerario da Ioannina (Giannina) ci fermiamo per esplorare il capoluogo di Epiro. Adagiata ad un anfiteatro sul lago Pamvotis in mezzo alle montagne, Ioannina trascorso il suo periodo d' oro (1788-1822) è legato al despota Alì Pascià, incaricato dai turchi di governare Epiro. Alì fu un grande amministratore e rese la città una delle più ricche della Grecia, un centro importante per la lavorazione dell' oro e dell' argento e del legno scolpito. Visita obbligatoria: All'interno della fortezza si trova la vecchia città ancora abitata, e la Moschea (nella cupola interessanti decorazioni originali) oggi si trova il Museo d'Arte Popolare.
Riprendendo la strada statale si arriva a Metsovo (altri 60km), villaggio montano tradizionale, famoso per i tipici prodotti locali e l'artigianato. La Courmayeur di Grecia: centro sciistico ben attrezzato, ha dato i natali a grandi benefattori della patria come Tositsa e Averof. Alle porte del paesino di Metsovo vale la pena una sosta golosa al caseificio artigianale (Metsovone e altri).
Per le sue strade le tessitrici dei tappeti al telaio e gli "intagliatori" del legno.
Meritano una visita i stupendi paesini caratteristici della Zagoria: quarantasei paesini di case di pietra grigia sparsi sulle colline calcaree ai piedi del Pindo. Sono abitati dai pastori (vlachi) che nei mesi invernali diventano artigiani e soprattutto scultori di legno. Oggi tante abitazioni sono trasformate in piccoli alberghi (xenones).
  L'Epiro in Kayak
La regione vanta alcuni dei fiumi più impegnativi d'Europa per il kayak come l'Aoos e l' Acheronas, e ideali per il rafting come il Voidomatis e l' Aracthos, nel sud, tra Metsovo e Arta.
Info: Ecoexperience +39 065641770
  Escursioni
Per chi ama le escursioni a piedi, si può partire da Monodendri per attraversare le spettacoli Gole di Vikos, nel Parco Nazionale di Vikos - Aoos (Grand canyon greco), fino alle sorgenti del Voidomatis (5 ore di cammino). Un'attrazione naturale il Parco di Vikos raggiungibile attraverso ponti in pietra e strade antiche, immersi nel verde dello stupendo ed unico paesaggio ricco di torrenti, ruscelli e fiumi. Superate le stupende montagne del passo di Katara 2.500m (lavori in corso per la nuova autostrada), resterete affascinanti alla vista dei Monasteri di Meteora (sospese nell' aria) a Kalambaka, situati sulla cima di rocce imponenti. I monasteri bizantini del XVI e XVII sec., ancora avvolti nel mistero per la stana deformazione delle rocce, osservano ai visitatori un atmosfera sacra e affascinante.
  Il lago dei Draghi
Zagoria - secondo la leggenda il lago di Drakolimni è nascosto a 2100 m sul dorso del Monte Tinfi, in uno scenario spettacolare di vette rocciose a strapiombo. Abitato da enormi rettili, si raggiunge in 3 ore circa dal villaggio di Papingo. Una volta arrivati, si può sostare o dormire la notte nel rifugio Radovoli, a 1950 m.
Luxury: per chi ama l'eleganza
Informazioni utili
Artigianato
A Giannena si trova la cooperativa degli artigiani dell'argento, filigrana, pezzi dalla tradizione antica Epirota.
1 , 2
Eventi
Luglio e agosto: A Giannena festival dell'Epiro: nell' antico teatro di Dodoni, una grande rassegna di musica, arte eventi culturali.
Come arrivare
Volo per Ioannina tutti giorni via Atene con Olympic e Aegean airline, o con il traghetto da Trieste, Venezia, Ancona per Igoumenitsa (Anek, Minoan, super fast ferries).
In auto per Ioannina 445 km da Atene e 370 km da Salonicco.
Cosa mangiare
Da provare i piatti preparati alla “giastra”. La gastra è una cupola di creta incandescente che si chiude ermeticamente sul cibo da cuocere come fanno in tutte le trattorie. Da provare anche montone bollito e agnello sulla gastra o paidakia (le costine di agnello).
Il galotini è un formaggio fresco e molle che si trova ovunque e rinfresca il palato. Le pites di sfoglia ripiene di carne, pollo erbe selvatiche o più spesso di formaggio si usano come assaggini.
Da provare anche il formaggio affumicato metsovone, specialità di Metsovo come il robusto vino rosso di katoi.
La strada dei vini
Cantina di Glivanos loc.Zitsa (40km da Giannena)
Cantina Averof loc. Metsovo (55km da Giannena)
Cooperative: sito ufficiale dei produttori del vino
 
viaggioxte (c)2008 by Viaggioxte - Albo Giornalisti n. 123918 (MI)
Tutti i diritti riservati; vietata la riproduzione anche se parziale.
viaggioxte