viaggioxte la tua vacanza su misura Grecia
Grecia > Sporadi
Richiedi info
Amorgos
Andros
Atene
Calcidica
Citera
Chios
Creta
Dodecanesso
Epiro
Eubea
Folegandros
Fourni
Ikaria
Hydra
Larissa
Lefkada
Meganisi
Milos
Mykonos
Naoussa
Naxos Cicladi
Paros
Patmos
Paxoi
Peloponneso-Messinia
Peloponneso on the road
Piccole Cicladi
Rodi
Samos
Santorini
Serifos
Sifnos
Sikinos
Siros Ermoupolis
Skiathos
Skiros
Sporadi-Alonissos
Tinos
Zante
Sponsor
  Alonissos
Al centro di un mini arcipelago di isolotti e scogli, nelle Sporadi settentrionali, Alonissos (65 kmq, 1.600 abit.) si specchia in acque cristalline tutelate da un Parco Marino.
Alonissos (con Skopelos e Skiathos ) è una delle quattro isole maggiori delle Sporadi settentrionali.
Dell’arcipelago, bagnato dal mare Egeo e prossimo alla costa eubea, fanno parte oltre 700 isolotti e scogli, soltanto nove dei quali abitati.
La stessa Alonissos è abitata solamente nella parte meridionale, dove esiste anche una modesta rete stradale.
  Alonissos: breve tour
E’ l’ ultimo rifugio naturale per sfuggire alla mondanità che ha coinvolto le altre isole dell’arcipelago delle Sporadi. Soprattutto la
costa occidentale, esposta al meltèmi, disabitata e a strapiombo sul mare, regala a chi vi giunge in barca un paesaggio intatto, come a Psilosyrracho e Pigi Plaka. In seguito al terremoto, Patitiri, il porto dell’ isola, ne divenne il nuovo capoluogo. La strada principale di Patitiri in pochi passi porta dalla piazzetta di fronte al porto fino alla Chora, l’antica cittadella arroccata in collina. Alonissos, ex capoluogo abbandonato dopo il terremoto del 1965, sorge sulle colline a circa 3km da Patitiri verso l’interno. Oggi l’antica Alonissos con alcune case di pietra con portoni in legno cerca di rinascere. Qui è magica l’ora del tramonto... per un aperitivo da gustare sotto il pergolato di vite accompagnato da piatti tradizionali come l’homous (salsa di sesamo e di ceci) o l’agnello cotto nel vino con le erbe aromatiche. L’isola è ricchissima di piante officinali, selezionate e studiate dalla locale accademia di medicina omeopatica. A 7 min. di auto da Patitiri, il villaggio di Rousoum possiede la spiaggia forse più bella e certo più popolare dell’isola, locali notturni e case da affittare. Proseguendo lungo la costa, ecco il villaggio di Votsi, più tranquillo di giorno e di notte: casette candide, vista mare, arroccate sulle scogliere giallo ocra. Alonissos è ideale per gli appassionati di pinne e maschera. Sotto i flutti di Kokkino Kastro, una lingua di roccia e arenaria tra due insenature di sabbia finissima a mezz’ora di navigazione da Patitiri, si nasconde una vera mappaarcheologia di tesori. Si nuota alla ricerca delle rovine dell’antica Ikos (V sec. a.C.), facendo attenzione alle zone in cui è consentital’immersione in apnea. Anche Agios Petros, un paio di miglia a nord di Kokkino Kastro, cela tesori sommersi. Al largo del suo promontorio sono state recuperate da un relitto bizantino ceramiche smaltate con motivi di velieri e pesci, oggi visibili al museo di Volos. In tutta l’ isola è facile trovare luoghi incantevoli, splendide spiagge e piccoli isolotti deserti… A voi il compito, e il piacere, di scoprire questi tesori naturali.
  In barca a vela nel parco marino naturale
Rifugio privilegiato delle ultime foche monache.
Primo parco naturale di tutta la Grecia, è stato istituito nel 1992 e comprende, oltre ad Alonnisos, altre 6 isole (Peristera, Skantzoura, Kira Panaria, Ghioura, Psathoura, Piperi) e 22 isolotti disabitati (le Galapagos della Grecia).
L’area è divisa in una zona di stretta protezione (zona A), che misura 1.597 kmq, e un’area protetta (zona B), di 678 kmq. Skantzoura, Kira Panaria, Ghioura, Psathoura e Piperi rientrano nella prima, dove è consentito nuotare, osservare i fondali, fotografare e filmare, ma né pescare né tanto meno cacciare.
Per visitare alcune isole, poi, è necessario un permesso speciale.

Alonnisos con Peristera fa invece parte della seconda zona e qui le sole restrizioni riguardano il campeggio libero e l’accensione di fuochi.
A parte la presenza di rare specie protette, la straordinaria bellezza della natura è già un motivo sufficiente alla salvaguardia dell’arcipelago.
Tra macchie di lentisco ed erica, cespugli di ginepro, boschi di ulivo e pini marittimi, non è raro incontrare le tipiche capre selvatiche. Gabbiani e falchi sfiorano i boschi e le onde. Si contano 80 specie di uccelli e 300 di pesci. Le sfumature verdi e azzurre del mare fanno a gara con quelle ocra, ruggine e mattone della roccia calcarea, onnipresente nell’area. La roccia che si tuffa ripida nell’acqua, con le sue grotte scavate dal mare, offre alla foca monaca l’habitat ideale.
Il clima è mediterraneo, con inverni umidi ed estati secche.
Luxury: per chi ama l'eleganza
Informazioni
Comune di Alonissos
tel. 0030 242 4065205,
Approdi
Nel parco delle Sporadi

• SKANTZOURA - Parausa: insenatura sul lato sudoccidentale, protette dal meltemi, di fronte all’isolotto omonimo, dove si può gettare ancora.

• KIRÀ PANAGIÀ: una grande baia a sudovest dell’isola. Un buon riparo dal meltemi è l’insenatura di Paignio con fondale sabbioso, proprio dietro l’isolotto al centro dell’insenatura.

MEGALI VALA: è il solo approdo a sud dell’isola, ma temporaneo. Solo con venti
da sud può essere un ancoraggio notturno.
Dove mangiare
"babis" a Patitiri
" kamaki" si trova sulla collina al porto.
Informazioni utili comune di Alonissos
tel. 0030 242 4065205,
Come arrivare
In aereo: l'aeroporto pi� vicino ad Alonissos � quello sull' isola di Skiathos.
In nave: da Skiathos si raggiunge Alonissos in tra ghetto o aliscafo.
 
viaggioxte (c)2008 by Viaggioxte - Albo Giornalisti n. 123918 (MI)
Tutti i diritti riservati; vietata la riproduzione anche se parziale.
viaggioxte